I volti nuovi: promosso Coulibaly, Arslan ordinato ma rimandato

0
17

In nome delle vecchie abitudini, cioè dell’idea, delle occasioni da gol, anche di un calcio decente, l’Udinese di Luca Gotti ha iniziato male, perdendo a Verona 1 a 0, ma nessuno che segna gol e sfrutta al meglio la quantità di gioco creata. L’Udinese non gioca affatto male, crea più opportunità del Verona, ma alla fine se non si segna in Serie A a lungo termine, con vecchie carenze sottovalutate sul mercato, con un attaccante a due cifre non comprato e con una normale amnesia difensiva a partita che costa la perdita, correre si merita di perdere, nuovo campionato ma lo stesso esame.

Riflettiamo sul successo dei due nuovi volti visti ieri sul campo fin dal primo minuto: Coulibaly e Arslan, per non parlare ancora una volta della debole performance dei nostri già troppo mirati attaccanti. Una delle note più felici di questa Udinese, evidentemente ancora un po’ acerba, è stata la prima, mezza ala di grande corsa e classe di fisicità 1999, ma il ragazzo ha mostrato una grande corsa abbinata ad un fisico eccezionale e ad una tecnica decente, dimostrata durante il primo tempo filtro per la Lasagna, malamente sprecata dal capitano.

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO