In arrivo il nuovo DPCM. Italia a tre livelli: cinque Regioni a rischio lockdown

0
21

L’ultimo DPCM, in arrivo tra oggi e domani, dovrebbe essere programmato per un’Italia a tre livelli. Ne scrive il Corriere della Sera, prevedendo alcune delle mosse che l’esecutivo pianificherebbe. A partire dal coprifuoco: sarebbe stato stabilito in certe ore che avrebbe avuto inizio alle 20, alle 21 o alle 22, anche se sarebbe stata necessaria un’autocertificazione per il trasferimento in entrambi i casi in un certo periodo. Il potenziale del trasporto pubblico sta diminuendo, l’ipotesi di una chiusura domenicale per i bar e i ristoranti a pranzo, che possono ancora vendere e portare via a casa e comunque. Questo è ciò che si considera fase 1, che vale per tutta l’Italia.

2 e 3 Livello. Sono I due passaggi successivi (deciderà il fattore RT, ma non solo), differenziati a seconda della gravità della situazione nelle singole regioni. Al livello 2 I empreszi rimarrebbero aperti, ma bar e ristoranti sarebbero chiusi per tutta la giornata, mentre le scuole si affiderebbero alla didattica a distanza a partire dalla seconda media. Le regioni o le province che saranno considerate a livello 3 invece torneranno un sostanziale blocco, per quanto temporaneo: consentiti solo gli spostamenti giustificati, chiuse scuole e università, chiusi tutti I negozi tranne quelli relativi ad attività essenziali. Le Regioni considerate a più alto rischio sono Lombardia e Piemonte, poi Calabria, Liguria e Puglia in questo memento.

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO